Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
  Sottoscrizione
  Newsletters
  Commenti
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Attenzione : cancelleremmo i messagi a carattere diffamatorio, ingiurioso, xenofobo, sessista, le minacce, pubblicita' politica e comerciale...

In risposta a:

> Gli intellettuali nel fascismo, complici o frondisti?

30 settembre 2005 16:21
grande è l’imbarazzo di scrivere ancora su fatti noti e risaputi , anche perchè ogni quindicina d’anni qualche scrittore o storico o giornalista riscopre l’acqua calda . Gran parte degli intellettuali nati fra il 1910 ed il 1925 si sono nutriti ( e non poteva essere altrimenti) alla cultura fascista , spesso se non spessissimo in contrasto con la sostanza del fascismo, rappresentata fino al 1940 dalla rigida irregimentazione staraciana e dal culto della personalità di Mussolini, e dopo il 1940 dalla turpe guerra fascista . Essi hanno poi vissuto ( ed io dico (...)


Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Collegamento] [registrati] [password dimenticata?]



home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

Les hommes se sont donnés des chefs pour défendre leur liberté ! Jean-Jacques Rousseau
Facebook Twitter Google+