clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Qui Londra: L’onda blu ci sommergerà

lunedì 7 dicembre 2009

Non abbiamo potuto andare a Roma alla manifestazione viola perché eravamo a Londra ma siamo andati alla manifestazione blu di tutta Europa per la crisi climatica, per allertare i leader mondiali che stancamente e con poche proposte dal 7 al 17 di dicembre faranno il summit di Copenhagen che dovrebbe rinnovare i protocolli di Kioto.

A Londra sono convenute migliaia di persone da tutto il Regno Unito. Se si sciogliono i poli, un’onda gigantesca ci travolgerà. Ci sono già isole in procinto di sparire e l’Italia è una delle terre che, con o senza Berlusconi, rischia di venire sommersa dalle acque, mentre questi criminali pensano solo ai casi loro.

Immagino che in Italia forse una persona su mille sa che stiamo andando verso una catastrofe planetaria, ma qui continuiamo a votare persone come Bossi, Berlusconi o Bersani che di questa catastrofe non si curano, le prime pagine dei giornali italiani sono piene delle frasi demenziali di B che dice che è innocente e ha preso 8 milioni di voti in Sicilia senza l’appoggio della mafia e l’unico problema del paese sembra essere liberare lui dai suoi delitti e dargli il potere supremo, e migliaia di cloni seguono lui o Bersani che non è nemmeno capace di fargli una solida opposizione, siamo un paese di pazzi e nei partiti continuiamo a litigarci per divisioni in correnti, mentre arriva una corrente che ci spazzerà via tutti.

A Londra c’erano migliaia di persone (40.000 per gli organizzatori, 20.000 per la polizia) con manifestazioni nelle principali città della Scozia e dell’Irlanda per sensibilizzare il governo a presentare richieste più valide alla conferenza climatica di Copenhagen. Obama ha deciso infine di partecipare anche se ritiene che i nuovi patti che dovrebbero sostituire i protocolli di Kioto siano assolutamente miseri e insufficienti-
Manifestazioni simili erano anche a Berlino e Parigi.

I miei consuoceri scozzesi mi hanno chiesto se anche in Italia si manifestava per salvare il pianeta e si sono meravigliati molto quando ho detto di no, che agli italiani che la Terra morisse non gliene fregava niente e mi vergognavo a spiegare che l’Italia era in mano a 2 partiti, uno voleva solo salvare B dai suoi processi, l’altro voleva infierire sui migranti accecato da un odio sovrumano.

Non c’era nessun partito a cui interessasse se il mondo stava morendo per l’inquinamento climatico, nemmeno i verdi, ormai spariti. Intanto cose gravissime stavano succedendo in Italia, ogni valore costituzionale era strozzato, la libertà di stampa morta, la polizia ammazzava la gente di botte in carcere. I processi erano così brevi che i criminali presi sarebbero stati presto tutti in libertà. La mafia dominava ogni cosa. Si fingeva di arrestare i mafiosi ma intanto si facevano leggi per non processarli nemmeno-

Loro mi guardavano con gli occhi sbarrati. Mi hanno raccontato che sapevano che a Genova la polizia aveva sparato a un ragazzo e aveva torturato i manifestanti.

Noi eravamo un fiume immenso azzuro come l’onda che sommergerà la Terra al disgelo dei Poli e avevamo circondato il Parlamento come un grande fiume vociante.

Molti gridavano: "What do you want?” “Cosa volete?"
"Climate justice" (giustizia per il clima) gridava la folla.
“When do you want it?” "E quando lo volete?"
"Now!" (ora)-

Non c’erano soldati o forze di sicurezza. Si vedeva solo qualche policemen in più. Nessuna scena orrida di polizia vestita da antisommossa e con le armi.Un paese civile!

Cose curiose alla manifestazione di Londra per la salvezza del clima. Intanto era coloratissima e tutti avevano cartelli e chi non aveva i suoi da casa, ne trovava in distribuzione già pronti e belli con bastone e tutto. Poi c’erano intere famiglie allestite, anche i più piccolini, con i loro disegni, le canzoncine ritmate e i visini dipinti, e siccome il colore della manifestazione era il blu, tutti portavano qualcosa di blu, molte facce erano dipinte o c’erano parrucche azzurre o blu e stupiva vedere elegantissime vecchie ladies con i loro cartelli o i colori sulla faccia azzurro o blu. Molti i carri allegorici. Una classe delle superiori mimava un gruppo di capitalisti, vestiti tutti di nero e con cartelli inneggianti il denaro. Molti portavano costumi fatti in casa, sugli animali in estinzione o gli dei del mare. C’erano band famose. Tantissimi i giovani, anche ragazzini, classi intere.

I policeman tenevano ferme le varie correnti con dei nastri, orientando il traffico senza macchine o violenza.

Una cosa che stupiva era la presenza di tanti gruppi cristiani di chiese diverse tutte preoccupate per il clima e prima della manifestazione nella cattedrale di Westminster si era tenuta una funzione con i 20 maggiori capi religiosi delle varie chiese come portavoce di 3000 fedeli e naturalmente con la massima autorità della nuova chiesa d’Inghilterra, l’arcivescovo di Canterbury. Quand’è che da noi potremo vedere una unione simile tra chiese diverse per la salvezza del mondo?
Alla manifestazione di Berlino c’era un allestimento con i manifestanti dentro un acquario che rappresentavano i vari leader della Terra e venivano allagati.

Noi a Londra abbiamo circondato il parlamento a 5 alle tre, abbiamo scandito il passaggio del tempo. Alle 3 il big bang.

Le prime pagine di tutti i giornali portavano questa manifestazione come prima notizia.

Quando siamo arrivati a casa, la manifestazione era già sulla Bbc-

da masada 1044. Il colore viola

http://masadaweb.org