Archivi : FR | EN | ES

Articoli dal 2022

La psicosi del pollo

lunedì 31 ottobre 2005

- Contatta l'autore

di Viviana Vivarelli

Crollo del 70% del settore aviario in Italia! Perdite ormai di 150 milioni di euro al mese! Cifre enormi spese in modo forsennato nelle farmacie italiane per prodotti antivirali generici! Incombe la pandemìa!

Sara’ tutto giusto e necessario, ma l’incubo dell’influenza aviaria sembra costruito ad arte, visto che ora scienziati britannici dicono di voler creare polli geneticamente modificati in grado di resistere al morbo, mentre scienziati europei hanno sviluppato il primo vaccino destinato alla sperimentazione umana contro il virus H7N1.

Un nuovo obiettivo balena davanti agli occhi avidi delle multinazionali: sostituire l’intera popolazione mondiale dei polli con la nuova razza OGM, il piu’ grande business del secolo! Dopo il controllo militare e quello ideologico: il controllo alimentare!

Al momento i morti, forse, per influenza aviaria IN TUTTO IL MONDO sono 66.

Ben poca cosa di fronte ai 2.200.000 che muoiono ogni anno nel mondo sul lavoro piu’ i 270 milioni vittime di incidenti, o, in Italia, ai 50.000 morti per cause ospedaliere del 2004, ai 215 morti sui cantieri del 2003, ai quasi settemila morti annui sulle strade italiane, considerate le piu’ pericolose d’Europa... eppure nessuno fa una piega, nessun ministro si agita. Non scatta l’emergenza cantieri, l’emergenza lavoro, l’emergenza, stradale, l’emergenza ospedaliera.

Ci sono, nel mondo, cifre ben piu’ raccapriccianti.
Di fronte a questi 61 morti a livello mondiale, abbiamo piu’ di 160.000 donne africane muoiono ogni anno per cause legate al parto, nella Sierra Leone sono 1.800 donne al giorno, ma ne’ la Chiesa ne’ l’ONU fanno una mossa, e addirittura Ratzinger raccomanda ai sacerdoti africani di battersi contro pillola e preservativo. Per denunzia dell’UNICEF, nel terzo mondo, la gravidanza e il parto sono la principale causa di morte delle donne fertili e colpiscono una donna su 4. E forse nessuno sa che anche nella civile Italia si puo’ morire di parto per malasanita’ perche’ le restrizioni di fondi hanno obbligato gli ospedali a non ricoverare fino all’ultimo e a dimettere precocemente.

Ma perche’, allora, ci occupiamo dei polli?

Ora, questi polli OGM che si profilano all’orizzonte del mercato sono alquanto inquietanti, sappiamo che gli affari per le multinazionali americane degli OGM non vanno tanto bene, proteste si levano ormai da ogni parte del mondo e il rifiuto dei consumatori, gia’ scottati dalle mucche pazze, e’ pesante. Malgrado questo, si e’ imposto, nella stessa Costituzione irachena di volgere tutta l’agricoltura dell’Irak alle sementi OGM della Monsanto e si e’ forzata l’UE a acquistare mangimi OGM, introducendo anche di soppiatto sementi OGM nei vari paesi europei con la connivenza di ministri come Alemanno che ai coltivatori dicono una cosa e al governo ne fanno un’altra, mentre i mangini OGM sono diventati la norma per gli allevatori americani, e ora si profila all’orizzonte questo bel business di polli OGM a livello planetario.
Miliardi di polli prodotti da poche multinazionali che dominano tutto il mercato! Un potere spaventoso! E anche questa e’ una pesante forma di colonialismo imposta dagli Stati uniti& company che l’UE farebbe bene a combattere.

Vorremmo vedere segnali di questa lotta nei programmi del centrodestra, del centrosinistra, nel programma di Prodi fantasmatico come quello di Berlusconi, nell’intento dei nostri eurodeputati, e invece non ne abbiamo traccia nemmeno in quello smorente partito che si chiama dei Verdi.

Sentiamo cosa dice l’onorevole Tiziana Valpiana (Rifondazione) in proposito:

"Al momento, e’ inquietante anche la corsa affannosa al prodotto antivirale. E chi l’ha iniziata? Proprio il nostro ministro Storace, dichiarando che il governo stava facendo incetta potenziale di ogni vaccino o antivirale a disposizionee e dando cosi’ il via alla speculazione.

Ma perche’ l’Italia e’ il paese europeo dove governo e stampa fanno maggiormente a gara per alimentare la psicosi?

Perche’ Storace e i vari quotidiani e le varie tv stanno facendo crescere volutamente una specie di incubo, alimentando un mercato della paura?
Grazie a loro, una grossa farmaceutica ha aumentato le sue vendite di antivirali del 20% e ha fatto salire il suo titolo in Borsa del 60%. Storace ha prenotato, e pertanto pagato, per lo stato italiano, e dunque coi nostri soldi, un prodotto che non esiste, che non e’ stato ancora prodotto e che lo sara’, se lo sara’, in 8-10 mesi.

Ma intanto, grazie alla disinformazione e alla psicosi, dieci milioni di dosi di antivirale sono state gia’ accaparrate dall’Italia senza che dal Ministero sia ancora arrivata una informazione chiara, all’interno di un piano di educazione sanitaria del paese, anzi...
La cosa grottesca e’ che questi famosi antivirali attuali non servono a niente.

Meglio sarebbe che lo stato allestisse una rete di servizi in grado di gestire una eventuale pandemìa. Ma e’ stato Storace, con l’accaparramento delle dosi, a dare il via a questa psicosi. Tanto che in UE si era stabilito di allestire un quantitativo di dosi da dare, eventualmente, al paese che fosse stato, eventualmente, colpito, distribuendo le spese, mentre Storace ha rotto con questa pianificazione addossando la spesa interamente a noi."
(da Articolo 32, radio Popolare)

Questo governo e’ retto da un ministro che ha regalato la sanita’ del Lazio alle cliniche private, triplicando le spese sanitarie, e succede a un altro ministro, sempre della Cdl, che era stato sospettato di mazzette delle societa’ farmaceutiche per tenere i prezzi dei farmaci italiani doppi o tripli rispetto ai prezzi europei; questo ministero continua a ignorare le truffe dei produttori di latte in polvere per neonati che se ne sono fregati delle multe e hanno continuato a triplicare i prezzi; questa finanziaria ha addirittura rimosso il problema dei non autosufficienti e ha ancora tagliato i fondi agli ospedali; questo governo intende sbriciolare la sanita’ del paese in venti sistemi regionali autonomi e vorrei sapere che sistema sanitario avra’ una regione come la Calabria che ha due milioni di abitanti o una regione come la Sicilia che ha la sanita’ nelle mani della mafia; questo Storace ora vuol presentarsi come il buon padre di famiglia che si preoccupa per la nostra salute...ma che pena fra tutti!

Ma il paradosso finale e’ questo: sapete che ne fanno dei polli italiani rimasti invenduti?
Li mandano in Cina!