clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Questo e’ un golpe... fermiamolo !!!

martedì 30 marzo 2004

di Viviana Vivarelli

Peggio di cosi’...Impoverimento del ceto medio, crisi delle classi piu’ povere, carovita, inflazione superiore alla media europea, salari e stipendi bloccati, recessione delle industrie, calo delle esportazioni, calo della domanda di beni, condizioni di vita in peggioramento, crack finanziari.. L’economia italiana va male, va peggio di tutti gli altri paesi europei. Ormai lo dicono anche Confindustria, Coffcommercio e Bankitalia. Alla fine lo dira’ anche l’Instat. Da tre anni la macchina Italia e’ in caduta costante (produzione -3%)
E cosa propone l’ineffabile Berlusconi?

- militari, siate allegri che tanto siete pagate bene e le spese militari io non le diminuisco

- corrotti, vi do’ altri condoni

- commercianti, via lo scontrino fiscale

- enti locali, fate di piu’ con la meta’ della meta’

- ospedalieri, chiudete gli ospedali

- lavoratori della scuola, andata a zappare

- lavoratori, lavorate di piu’, eliminiamo qualche festa e prenderete di meno! (aveva gia’ tentato di eliminare le domeniche). Facciamo come i Cinesi che lavorano anche la notte!

- pensionati, stringete la cinghia, perche’ arriva ora la stangata pensionistica, imparete a vivere come yogi, di acqua e aria

- tifosi, salviamo il calcio e spalmiamo sulle tasse collettive i 10.000 miliardi imboscati dalle vostre societa’ calcistiche

- cittadini, pagate di piu’, perche’ pagherete anche i debiti e le truffe delle societa’ calcistiche, quelli delle imprese corrotte, le mie spese elettorali e le spese derivanti dal federalismo

- costruttori, le grandi opere non stanno nemmeno sulla carta

- siciliani, vi facciamo il ponte di Messina, se vi manca l’acqua bevetevi il ponte

- giovani coppie, fate un figlio e noi vi diamo un milione, e quando e’ finito il milione sopprimetelo

- italiani, tutti, guardate beni i beni artistici perche’ poi li vendiamo

- utenti, con le tariffe saremo il partito dell’amore, oggi piu’ di ieri e meno di domani

- amici ricchi, godete perche’ pagheremo meno Irpef, avremo sanatorie a bizzeffe, imboscheremo capitali, godremo di lavoratori precarizzati o in nero, inquineremo a piacere, e potremmo tranquillamente usufruire di falso in bilancio e bancarotta fraudolenta, nonche’ di finanziamenti bancari illimitati senza controlli E quando avremo imboscati i capitali nei paradisi fiscali riverseremo il debito sui contribuenti e sui risparmiatori

Al di la’ di ogni considerazione politica, non appare ormai evidente che questa classe di governo e’ del tutto grottesca?

Sembra che queste belle pensate siano uscite dalla fervida mente non solo di Tremonti ma di de Michelis e di Cirino Pomicino (salvo il piccolo particolare che Cirino Pomicino e’ stato accolto dal centrosinistra. Ma cosa possiamo aspettarci da una coalizione che come testimonial pensa alla Bonino e a una famosa stilista delle signore kitch?)

La prima cosa che differenzia la destra dalla sinistra e’ il fisco. La destra promuove l’aumento di ricchezza delle classi ricche, dando loro meno tasse, erodendo lo stato sociale, riversando i costi dello stato sulla massa piu’ povera, privatizzando i servizi. Ogni volta il paese si impoverisce, i consumi calano, il deficit aumenta, i ricchi usano la ricchezza suppletiva non per promuovere investimento e migliorare la competizione ma per giocare in borsa o fare la guerra. Alla fine tutti entrano in sofferenza.

Questa bella politica distruttiva e’ stata perpetrata da Reagan che ha distrutto lo stato sociale, riducendo le tasse ai ricchi, cosi’ che oggi 50 milioni di cittadini americani sono senza alcuna copertura sanitaria e 100 milioni di lavoratori americani non potendosi pagare una pensione integrativa sono costretti a lavorare sino a settant’anni ed oltre.

E, mentre il paese piange, Berlusconi marcia incontrastato verso il premierato assoluto.

Vuol cambiare le leggi elettorali, vuol cambiare i poteri del presidente del consiglio cioe’ di se stesso.

Chi vincera’ anche con pochi voti deve avere un premio di maggioranza, cosi’ da schiacciare qualunque opposizione, il Senato ha gia’ approvato il progetto d’Onofrio. Si rafforza il maggioritario. Si riducono i poteri del presidente della Repubblica. La Costituzione e’ fatta a pezzi. Non saremo piu’ una repubblica parlamentare ma presidenziale. Berlusconi vuole rivincere anche con pochi voti ma avere il controllo assoluto stroncando l’opposizione, vuole eliminare la fiducia del parlamento, essere rieletto direttamente dagli elettori in modo che colui che ha piu’ voti prende tutto, fa tutto, scioglie le Camere a suo piacere, puo’ cambiare i ministro a suo piacere senza far cadere il governo. I giudici costituzionali salgono da 15 a 19, 9 di diretta nomina politica cosi’ che la maggioranza sia a favore del premier e approvi ogni sua scellerata legge... c’e’ altro?