clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

PALESTINA-LIBANO CORTEO A ROMA IL 27 LUGLIO

lunedì 24 luglio 2006

Manifestazione del 22 luglio a Parigi

NO ALL’AGGRESSIONE MILITARE ISRAELIANA CONTRO I POPOLI PALESTINESE E LIBANESE

IL PREMIER ISRAELIANO EHUD OLMERT E’ PERSONA NON GRADITA IN ITALIA

La mozione presentata e letta all’assemblea degli autoconvocati del 15 luglio scorso a Roma, in cui si chiede l’abrogazione dell’accordo di cooperazione militare tra Italia ed Israele e l’adozione di sanzioni diplomatiche e commerciali verso Israele ha lanciato un appello alla mobilitazione per il 27 luglio, giorno della visita del capo del governo di Tel Aviv Olmert. Di fronte all’escalation israeliana in Medio Oriente il documento sta raccogliendo adesioni in tutta Italia.

Sentiamo la necessità di una risposta forte e immediata all’ennesima aggressione israeliana e in solidarietà ai popoli palestinese e libanese e alla loro resistenza all’occupazione militare il cui carattere criminale è sempre più evidente: il 90% dei morti provocati dai bombardamenti israeliani sono civili, donne, bambini.

GIOVEDI 27 LUGLIO 2006 CORTEO A ROMA ORE 17.30P.ZZA DELLA REPUBBLICA

Forum Palestina, Comitato con la Palestina nel cuore, Movimento per il Partito Comunista dei Lavoratori, Comitato "Per non dimenticare Sabra e Chatila", Amici della Mezzaluna Rossa Palestinese in Italia, Unione Democratica Arabo - Palestinese (UDAP Nazionale), Associazione di Solidarietà con Cuba "La Villetta", Rete dei Comunisti, International Solidarity Movement (ISM Italia), Comitato di Solidarietà con l’Intifada, Comunità Libanese di Roma, Cub-Lazio

Proponiamo ai movimenti, alle forze politiche e sindacali, ai comitati ed alle associazioni un’assemblea nazionale da tenersi nella seconda metà di settembre per organizzare insieme una grande manifestazione nazionale di solidarietà con i popoli palestinese, libanese, iracheno e con tutti i paesi del Medio Oriente minacciati dal colonialismo e dal militarismo israeliano e dai suoi protettori statunitensi ed europei.

Messaggi

  • NO ALL’OCCUPAZIONE E ALL’AGGRESSIONE MILITARE ISRAELIANA CONTRO I POPOLI PALESTINESE E
    LIBANESE

    TACCIANO LE ARMI IN MEDIORIENTE

    NO ALLA FORZA DI INTERPOSIZIONE SOLO PER IL LIBANO

    SI ALLE FORZE ONU DI INTERPOSIZIONE FRA ISRAELE, IL LIBANO E LA PALESTINA

    La situazione in Medioriente è, ogni giorno più drammatica e pericolosa. Il governo
    israeliano continua la sua politica aggressiva ed oppressiva, di morte e di distruzione
    nei confronti dei popoli libanese e palestinese. E’ il frutto della politica miopi ed
    intransigente dei governi israeliani, che rifiutano la convivenza civile, il rispetto e
    l’applicazione delle risoluzioni ONU e della volontà della Comunità Internazionale. La
    politica israeliana della ragione della forza e non della Forza della ragione e quella
    del Silenzio complice della Comunità Internazionale, guidata dall’Amministrazione
    BUSH, hanno esposto in serio pericolo i popoli dell’area: libanese, israeliano e
    palestinese. Il 90% dei morti provocati dai bombardamenti sono civili: donne e bambini.

    La Comunità Internazionale deve intervenire immediatamente per fermare la guerra e
    l’aggressione e per trovare una soluzione politica, giusta e duratura sulla base del
    rispetto dei diritti umani e del diritto internazionale.

    In occasione della convocazione della Conferenza Internazionale di Roma chiediamo
    l’abrogazione dell’accordo di cooperazione militare tra Italia ed Israele e l’adozione
    di sanzioni diplomatiche e commerciali verso Israele e la convocazione di una conferenza
    internazionale sotto l’egida dell’ONU per una soluzione pacifica, giusta e duratura del
    conflitto palestino-israeliano.

    Diamo una risposta forte e immediata all’ennesima aggressione israeliana e in
    solidarietà ai popoli palestinese e libanese e alla loro resistenza all’occupazione
    e all’aggressione militare israeliana. Invito tutti gli amici liberi, democratici
    ed amanti della pace e della libertà a far sentire la loro voce.

    GIOVEDI’ 27 LUGLIO 2006
    CORTEO A ROMA ore 17,30 - P.zza Della Repubblica

    Dr. Yousef Salman
    Delegato della Mezza Luna Rossa Palestinese in Italia

    cell. 3479013013

    www.PalestineRCS.org

  • PRESIDIO PER LA PALESTINA!

    l’iniziativa dell’11 luglio avrà un seguito:

    GIOVEDI’ 27 LUGLIO DALLE ORE 16,30 PRESIDIO PER LA PALESTINA SOTTO LA REGIONE PUGLIA IN VIA CAPRUZZI!

    La scelta di questa data deriva da un duplice motivo: l’odg, da noi proposto e presentato da alcuni Consiglieri Regionali, sarà discusso quasi certamente il 27 ed inoltre il nostro presidio coinciderà con una serie di iniziative similari che si terranno in tutta Italia pr la venuta del boia Olmert a Roma.
    E’ stato chiesto nuovamente un incontro con Vendola e con la Godelli, i quali hanno già eluso la nostra precedente richiesta,nonostante un preciso impegno della Godelli in questo senso.
    Contestualmente al presidio si terrà una conferenza stampa esplicativa della iniziativa e delle nostre proposte:
    si rende necessario sottolineare come la vicenda palestinese sia nuovamente caduta nel dimenticatoio, nonostante civili continuino a morire sotto il fuoco israeliano.

    24.07.2006
    hajester

    • INACCETTABILE …

      Tutto questo è inaccettabile …

      È INACCETTABILE che Israele usi fosforo bianco ed armi chimiche. Un medico di Sidone, a sud di Beirut, ha affermato di aver scoperto su cadaveri che sono stati portati nel suo ospedale lesioni insolite provocate forse da prodotti chimici e tossici usati nei bombardamenti in corso. "Otto cadaveri che ho visto, provenienti da Tiro - ha detto - avevano la pelle nera ma nessuna traccia di bruciature o di ustioni. I capelli erano intatti e non c’ erano altre lesioni di rilievo. La morte è stata provocata quasi certamente da un abbinamento dell’esplosione delle bombe e degli effetti dei prodotti chimici che vi erano contenuti".

      È INACCETTABILE che si spari su chi sta prestando soccorso alle popolazioni del Libano. Un convoglio organizzato dalla Protezione civile libanese, accompagnato anche da alcuni giornalisti, è stato bersagliato dall’artiglieria israeliana mentre stava evacuando decine di civili dal villaggio di confine Rmeish verso quello di Alma Al-Shaab. Sono stati feriti tre bambini.
      Anche ieri, a Tiro, mentre alcuni addetti di Medici Senza Frontiere stavano scaricando medicinali ed altri generi di soccorso è caduto un missile lanciato dall’esercito israeliano, che ha distrutto un edificio a pochi metri di distanza.

      È INACCETTABILE che gli USA continuino ad armare Israele mentre fanno finta di parlare di pace. Amnesty International ha chiesto oggi all’ONU di decretare un embargo immediato sulle armi dirette ad entrambte le parti. Amnesty International è "fortemente preoccupata per il continuo trasferimento di armi dagli Usa, attraverso la Gran Bretagna, ad Israele" ed è molto preoccupata anche per il fatto che "siano soprattutto i civili" a fare le spese del conflitto tra lo stato ebraico e i miliziani sciiti del Libano.

      Sono INACCETTABILI 180 raid in Libano in 24 ore.

      Sono INACCETTABILI i risultati del summit di Roma. Come ha detto il Presidente del Parlamento libanese e leader sciita Nabih Berri, la conferenza internazionale sul Libano a Roma ha “tolto l’ultima foglia di fico”, poichè “la maggior parte dei partecipanti voleva il cessate-il-fuoco, ma l’America ha detto no … Non esistono le Nazioni Unite, ma gli Stati Uniti”.

      Tutto questo è inaccettabile

      Anche il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha definito "inaccettabile" la situazione delle migliaia di persone, soprattutto “civili”, coinvolte nel conflitto nel sud del Libano

      È INACCETTABILE … è inaccettabile questa folle e tragica guerra in Medio Oriente


      Oggi non è che un giorno qualunque di tutti i giorni che verranno, ma ciò che farai in tutti i giorni che verranno, dipende da quello che farai oggi. (Ernest Hemingway)

      user posted imageLutto per la morte di tutti gli innocenti

      http://www.ammazzatecitutti.org/forum/index.php?showtopic=2001&st=30

      by guido arci camalli arci guernica arci bergamo arci fuori orario arci cervo arci ceriana

  • Carissimi amici francesi, la foto da voi scelta è simbolicamente e realmente pura fantascienza in Italia, a Roma.
    La manifestazione non è stasta neanche citata il 27 luglio nè sul Manifesto, nè su Liberazione. Le bandiere di rifondazione INESISTENTI.Il partito ha ritenuto oscurare totalmente, questo appuntamento per nullafacenti alle 17,30 di una delle giornate più calde, sotto ogni profilo, quì in Italia. Poche centinaia di persone, donne e bambini libano-palestinesi comprese.Testimone oculare.

    il movimento? ....
    Voi giustamente il 22 luglio eravate in piazza, ma credetemi quella bandiera quì a Roma era veramente bandita, non perchè non invitata, ma perche NESSUNO sapesse.
    OLMERT non gradito?
    La protesta non è gradita, chiaro?
    Doriana

  • Io credo che sia vergognoso che mentre un popolo ,come quello libanese, o ancora peggio quello palestinese, viene macellato, alcuni politici italiani , più di destra che di sinistra, nel timore di suscitare l’ira di un leader religioso che risiede in Trastevere, le cui funzioni si confondono talvolta con quelle dell’ambasciatore dello Stato della stella di David, tacciano sulle atrocità perpetrate dall’esercito israeliano.Chi ha orecchi intenda.
    Credo che l’altro leader religioso, residente anche lui oltre Tevere ma in tutt’altra zona,coerente con il messaggio del suo Messia, abbia usato vere parole di pace, mostrandosi severo con tutti e condannando qualsiasi atto contro la vita.Mi dispiace molto che tanti politici cattolici non sappiano più chi seguire.Seguite il Papa.