Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
de Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito - per rispondere...
Attaccata la Sorbona occupata, Parigi raccontaci...

di : Doriana Goracci
sabato 11 marzo 2006 - 15h30
6 commenti
JPEG - 22.4 Kb

Occupazione della Sorbona in video qui

Video Sorbona del 11.03.06 all’una di notte qui

ATTACCATA DAI CRS LA SORBONA OCCUPATA

Francia, la polizia fa irruzione alla Sorbona

Sgomberati i 400 universitari, rimasti nelle aule anche di notte. Hanno resistito allo strenuo e ci sono dei feriti, tra cui 11 agenti

PARIGI - Si e conclusa all’alba l’occupazione dell’universita della Sorbona, a Parigi, dove centinaia di studenti erano asserragliati da tre notti per protestare contro il Cpe, la legge sul contratto di primo impiego voluta dal governo conservatore del premier Dominique de Villepin per combattere la disoccupazione giovanile, ma che agevola i licenziamenti senza giusta causa. Gli scontri con le forze anti sommossa erano tornati a divampare in serata e intorno alle 4 del mattino un gruppo di agenti con manganelli e gas lacrimogeni ha fatto irruzione nell’ateneo, stroncando i tentativi dei giovani di opporsi: nel giro di dieci minuti il complesso e stato completamente evacuato.

Gli studenti avevano cercato di fermare la carica formando una catena umana al grido di , ma non sono riusciti a evitare la resa, anche se sono scoppiati nuovi disordini che hanno provocato diversi feriti: tra questi almeno undici polizitti, un dimostrante e un fotografo che stava seguendo gli sviluppi della vicenda. Dall’inizio dell’occupazione sono 31 le persone rimaste ferite. Sgomberi analoghi hanno avuto luogo nella notte anche in numerose altre delle 85 universita di Francia presidiate nei giorni scorsi dai manifestanti.

SCONTRI NELLA NOTTE - Nella notte c’erano gia stati scontri tra polizia e manifestanti in place de la Sorbonne e nelle zone circostanti. Alcuni gruppi di giovani protestavano contro la nuova legge sul lavoro, ne sono scaturiti tafferugli con lanci di lacrimogeni da parte della polizia e di vari oggetti da parte dei manifestanti. Anche gli studenti asserragliati nella Sorbona hanno partecipato gettando contro i poliziotti un po’ di tutto, dagli estintori alle sedie ai libri. All’interno gli studenti si erano preparati a un eventuale assalto accumulando oggetti pesanti davanti ai portoni di ingresso. Gli incidenti, cominciati verso mezzanotte sulla piazza antistante l’universita, sono proseguiti in boulevard Saint Michel, dove sono state smantellate piccole barricate.

dal corriere.it


Qui, tra queste vette, ci siamo convinti che concentrare il capitale in poche mani non è la soluzione per i poveri del mondo. Per questo motivo abbiamo l’obbligo di cambiare i modelli economici della privatizzazione, della messa all’asta. Tutto questo deve finire, e stiamo cominciando da qui, insieme.[Evo Morales. Discorso ad Abia Yala]




Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo


Forum del' articolo
 

> Attaccata la Sorbona occupata, Parigi raccontaci...
11 marzo 2006 - 18h49 - Di 14abe40c9513f52ea760346ed58e3edd...

11.03.2006 Parigi, sgombrata con la forza la Sorbona occupata di red

La Sorbona è stata sgomberata all’alba di sabato. L’assalto è iniziato attorno alle quattro del mattino, prima delle prime luci, dopo che già venerdì sera c’erano stati tafferugli tra studenti e forze dell’ordine. Lo storico ateneo parigino è stato evacuato in una manciata di minuti, un blitz. Ma prima i poliziotti in assetto antisommossa hanno dovuto sfondare le barricate improvvisate con banchi e sedie in boulevard Saint-Michel, dove c’è stato un primo impatto con alcune centinaia di ragazzi. Il confronto è andato avanti per alcune ore, in piena notte, alla fine dieci studenti sono stati fermati e la vetrina di un McDonald’s è andata in frantumi.

Attorno alle quattro i poliziotti sono penetrati dentro l’università occupata - le sedi di Parigi I, IV e V - usando gas lacrimogeni e manganelli. I circa quattrocento ragazzi che dormivano lì per protesta contro la riforma sui contratti di primo impiego varata dal governo De Villepin, hanno cercato di organizzare una resistenza pacifica. Hanno cercato di frenare l’avanzata dei gendarmi formando una catena umana ma la pratica non violenta non ha bloccato la carica della polizia che ha liberato l’edificio. Pare che gli slogan più gridati fossero: «Resistenza pacifica!» e «Polizia nazionale, milizia del capitale!». Mentre qualcuno buttava bottiglie e oggetti sopra i cordoni di agenti. Altri occupanti, sorpresi in un anfiteatro dove stavano ascoltando un concerto per pianoforte, hanno raccontato di essere invece stati evacuati «senza violenza» e di essere «usciti con calma» dal retro dell’edificio.

Poco dopo all’interno del campus sono scoppiati nuovi disordini che hanno provocato diversi feriti. Tra questi undici agenti e un numero ancora non preciso di contestatori, più un fotografo. Prima delle cinque del mattino era tutto finito. Ma a mezzogiorno è stato annunciato, nel tam tam su radio e Internet, un corteo davanti a piazza della Sorbona per protestare contro l’evacuazione forzata.

L’occupazione, la prima dal Maggio ’68, andava avanti da venerdì alla Sorbona, dopo la grande manifestazione contro il Cpe, il contratto previsto nella nuova legge sul primo impiego voluta dal governo conservatore, che viene considerata una forma di precariato legalizzato. Ufficialmente si tratta di uno strumento di flessibilità per combattere la disoccupazione giovanile, ma il nuovo contratto permette entro il periodo di prova di due anni di licenziare senza giustificazione i neoassunti di età inferiore ai 26 anni. Una sorta di contratto d’ingresso a garanzie ridotte.

Lo sgombero è stato deciso dalla prefettura parigina su richiesta del rettore dell’ateneo, Maurice Quenet, inizialmente recalcitrante a concedere la forza pubblica all’interno dell’università più prestigiosa di Francia. Ma anche gli atri atenei occupati o presidiati dagli studenti in tutta la Francia – 85 in totale – sono stati sgombrati con la forza uno ad uno durante la notte. Evidentemente la linea decisa dal governo Villepin, assediato anche dall’opposizione di sinistra in Parlamento e con dubbi all’interno della sua stessa maggioranza a proposito del Cpe, è stata di completa chiusura alle ragioni della protesta e di non dialogo con i contestatori.



> Attaccata la Sorbona occupata, Parigi raccontaci...
11 marzo 2006 - 20h56 - Di 61a22c6d0c3b791d331adfb04369194e...

cari tutt*
mando a caldo un brevissimo resoconto dei fatti di questa notte, mi riservo di scrivere domani con più calma e più dettagliatamente sulla mobilitazione studentesca di queste ultime settimane.
Da tre giorni la sorbona è occupata permanentemente.Pare siano stati somberati già ieri ma
oggi hanno rioccupato entrando dalle finestre (l’università era infatti sbarrata e presidiata dagli
sbirri) c’è il servizio sul tg nazionale delle 20 del 10 marzo http://jt.france2.fr/20h/
C’è già stata un pò di baruffa con gli sbirri pare ieri sera, ma non ne sono certo, mi informerò.
Io e due mie amiche (eli e checca) verso le 11 e mezzo siamo arrivati a place de la sorbonne, che incrocia il centraissimo boulevard du st. michel, al fondo della piazza si trova la sorbonne. La strada è bloccata da un’unica barricata formata da grate delle aiuole, travi di legno, passerelle e transenne. In mezzo alla strada un grande falò, la piazza strapiena di gente,
in fondo un gruppo di soli fiati che suona. Ci avvicinamo e poco dopo sentiamo scandire slogan dal fondo della piazza: nello spazio tra questa e l’università corre una strada, sbarrata sopra e sotto dalla celere francese in assetto antisommossa.Ad un certo punto sentiamo delle grida e vediamo la banda spostarsi verso il falò, insieme ad un pò di persone.
Andiamo più vicino agi sbirri, che nel frattempo cominciano a sparare gli urticanti. La gente continua a tenere la posizione. Dale finestre dell’università cominciano a volare oggetti sempre più pesanti: dalla carta igienica si passa alle sedie ed ai banchi! Gli sbirri si avvicinano sino a quando, sparati i primi lacrimogeni fanno irruzione nella piazza, la gente scappa ma non si disperde: gli sbirri si ritirano una volta, poi riprendono ad avanzare. In tutto questo, in
mezzo ai lacrimogeni e le cariche, la banda suona ininterrottamente in maniera forsennata!
Ci si sposta tutti in strada, gli sbirri hanno conquistato la piazza. Si rinforza la barricata su
boulevard st.michel, noi stiamo tutti compatti dietro.
Alcuni compagni inoltre fanno a pezzi lo spartitraffico di cemento per ricavarne dei
sassi.Cominciano una serie di cariche con esito alterno e parecchi lacrimogeni: in mezzo al fumo (non è uno scherzo!) compare oreste scalzone con tanto di colbacco e sciarpa rossa, che si ferma a parlare con noi...
Dopo una quarantina di minuti di quest’andazzo- sassi bottiglie, lacrimogeni e corse avanti e indietro- gli sbirri ritornano in piazza. Da lì non si muoveranno più per tutto il resto della sera. Almeno fino alle 2 e mezzo, quando sono andato via. Domani manifestazione
a place st.michel a mezzogiorno, la settimana prossima continuano picchetti e occupazioni e sono previste almeno altre due manifestazioni. Un compagno dopo avermi detto della manif. di domani ha aggiunto: "mi ha appena chiamato un mio amico da dentro la sorbonne
dopo aver acceso un petard (canna) dentro un’aula - era da trent’anni che non succedeva".
Buonanotte dal quartiere latino.
Giacomo

P.S: gli occupanti sono barricati dentro a oltranza, sono almeno 500.



> Attaccata la Sorbona occupata, Parigi raccontaci...
11 marzo 2006 - 20h57 - Di 61a22c6d0c3b791d331adfb04369194e...

Mi chiedo e propongo:
come universitari e, in genere, come soggetti politico-sociali riusciamo a ideare - nel più breve tempo possibile - una solidarietà concreta, che sia rivolta a Parigi. Un segnale forte, intelligente e visibile ad esempio dalla città dell’Alma Mater Studiorium fondata nel 1088.

Grazie x tutte le info.
Leo



> Attaccata la Sorbona occupata, Parigi raccontaci...
13 marzo 2006 - 00h00 - Di 829dbd16fc402b3b86f3ac0a3a5dfd6e...

Ciao a tutti ragazzi, il primo pensiero che mi viene in questo momento è che in Francia (e sempre più spesso ovunque) le mobilitazioni esistono e sono pure forti. Noi ci stiamo abituando preoccupantemente al silenzio davanti a qualsiasi decisione venga presa...anche la più assurda e anticostituzionale.
E mi chiedo dove andremmo a finire....un paese dove prima ancora di chiedersi il perchè di alcune contestazioni forti si parte in quarta chiedendo il resoconto dei feriti e condannando a prescindere tutto e tutti.
Io personalmente mi chiedo prima il perchè delle contestazione...poi magari assumo un atteggiamento critico verso alcune forme di violenza evitabili e stupide.
E ribadisco....la Francia ci ha sempre insegnato che MOBILITARSI è giusto e sacrosanto....noi a dormire davanti agli show di Berluska alla TV.
G.F.



> Attaccata la Sorbona occupata, Parigi raccontaci...
13 marzo 2006 - 09h05 - Di ee6435a10927ff548ca3828c0976dc2e...

http://italy.indymedia.org/news/200...
htda indymedia paris - alcune delle ultime notizie

Comunicato del collettivo che occupa l’università di Borgogna
Jussieu occupa, la lotta continua
Video della Sorbona occupata
Giovedi’ 16 ore 14 a place de la Nation: Manifestazione
Due studenti fermati ancora in questura
Il ministro Goulard dice che i manifestanti sono "nazi"
La CNT chiede il rilascio dei compagni fermati
3 antifascisti arrestati sulla place de la Sorbonne
Racconto di una studentessa sulla notte fra 10 e 11
Comunicato del comitato di mobilitazione di Nanterre

Alcuni link:
Blog del movimento di Rouen
Blog di Tolbiac

paris.indymedia.org/



> Attaccata la Sorbona occupata, Parigi raccontaci...
13 marzo 2006 - 21h30 - Di 900849c1e3cb34dcd7635fe49922dab2...

FRANCIA: CONTINUANO SCONTRI STUDENTI-POLIZIA A PARIGI

Parigi, 20:51

A Parigi la protesta degli studenti contro la controversa riforma del lavoro giovanile si e’ spostata dalla Sorbona al College de France, uno degli istituti di ricerca d’elite del Paese. Centinaia di giovani hanno cercato nel pomeriggio di occupare la sede della prestigiosa istituzione nel quartiere latino. Una dozzina di studenti sono riusciti ad entrare nell’edifico prima di essere respinti dalla polizia, che ha fatto ricorso anche al lancio di candelotti lacrimogeni. I giovani hanno bersagliato le forze dell’ordine con sassi e lattine contro e una cinquantina di loro hanno cercato di restare all’interno del College de France. La situazione e’ tornata alla calma solo poco dopo le 18.

La vicina Sorbona, gia’ teatro delle proteste del maggio 1968, e’ ancora presidiata dalla polizia, che venerdi’ scorso aveva fatto sgombrare con la forza i locali dell’universita’, occupata da alcune centinaia di studenti.

I giovani, appoggiati dal sindacato, chiedono il ritiro della legge sul Contratto di Primo Impiego, fortemente voluta dal primo ministro Dominique de Villepin, e hanno respinto tutte le offerte del governo di aprire un confronto. La norma prevede l’assunzione dei giovani sotto i 26 anni per due anni, durante i quali i datori di lavoro sono liberi di licenziare i neo assunti senza giusta causa.

www.repubblica.it 13.3.06





Corruzione e schiavitù moderna : il controverso leader del Qatar in visita in Italia
lunedì 19 - 12h52
di : Valentina Ricci
In rete il numero di maggio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
lunedì 21 - 12h19
di : Franco Cilenti
Primo maggio 1925, la Napoli proletaria non si piega ai fascisti.
mercoledì 2 - 21h25
di : Antonio Camuso
Desperados!
domenica 29 - 08h20
di : Antonio Camuso
IN RETE IL NUMERO DI MARZO DEL PERIODICO "LAVORO E SALUTE"
martedì 27 - 13h59
di : franco cilenti
L’Italia della Terra dei Fuochi e l’Abruzzo
giovedì 8 - 08h07
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
Ma ora si diserti senza se e senza ma il branco dei benpensanti
giovedì 8 - 08h06
di : Alessio Di Florio
Nella Mia Ora di LIBERTA (video)
mercoledì 7 - 00h23
di : Fabrizio De André via FR
Citto Maselli e il suo appello al mondo della cultura – oltre 400 adesioni per P
venerdì 2 - 12h20
di : Franco Cilenti
Abbiamo aspettato troppo… Ora ci candidiamo noi!
mercoledì 28 - 19h10
di : Potere al popolo via RF
COLPO DI SCENA: POTERE AL POPOLO! E’ ANCHE UN LIBRO
mercoledì 28 - 19h05
di : Roberto Ferrario
Il documento approvato all’unanimità dalla Direzione Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
martedì 27 - 15h04
di : Franco Cilenti
Milano, 23 Febbraio 1986, l’omicidio di Luca Rossi
venerdì 23 - 14h05
di : Roberto Ferrario
Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive
giovedì 22 - 15h39
di : Sciltian Gastaldi via FR
In rete il numero di febbraio del Notiziario nazionale Dire, Fare Rifondazione
giovedì 15 - 10h41
di : Franco Cilenti
OMERTA’
domenica 11 - 12h51
di : FanculoaTuttiVoidiHyperion
propaganda razzista che si lega con omertà e connivenze con mafie e non solo ...
venerdì 9 - 14h36
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
TERRORISMO BIANCO NAZIFASCIO LEGHISTA E MANDANTI
domenica 4 - 19h05
di : Lucio Galluzzi
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 - 14h54
di : Luca Visentini via FR
In rete il numero di gennaio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 30 - 12h37
di : Franco Cilenti
FACEBOOK ITALIA: PERCHE’ PER ME E’ UN DOVERE POLITICO ABBANDONARE IL "SOCIAL"
domenica 14 - 12h00
di : Lucio Galluzzi
I 59 anni della Rivoluzione cubana
martedì 2 - 13h57
di : Lucio Garofalo
REPUBBLICHETTA
martedì 19 - 19h02
di : Lucio Galluzzi
Col suo marchio speciale di speciale disperazione
domenica 26 - 16h59
di : Alessio Di Florio
In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 21 - 10h55
di : Franco Cilenti
È online il nuovo numero del periodico nazionale "dire, fare Rifondazione"
martedì 7 - 11h13
di : Franco Cilenti
Cesare Battisti. Vedrete che finirà con la solita truffa!
venerdì 6 - 14h57
di : Paolo Persichetti
Polizia spagnola spara proiettili di gomma dura contro i manifestanti (Video)
lunedì 2 - 17h49
Catalogna dice sì a indipendenza, 840 feriti in cariche ai seggi (video)
lunedì 2 - 10h23
In rete il numero di settembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 26 - 08h35
di : Franco Cilenti
MOVIMENTO MARCHESE DEL GRILLO
sabato 23 - 14h39
di : Lucio Galluzzi
Honteux
martedì 19 - 23h36
di : Mario
La pace colombiana benedetta da Francesco sporca del sangue yemenita
lunedì 11 - 23h52
di : pugliantagonista
Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle cosc
lunedì 11 - 11h26
di : Alessio Di Florio
MAL’ARIA NERA
giovedì 7 - 21h25
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini:la conferma, fu stupro etnico
mercoledì 6 - 16h14
di : pugliantagonista
Stupro di Rimini: i molti quesiti irrisolti
lunedì 4 - 22h07
di : pugliantagonista
LETTERA APERTA A FILIPPO FACCI: AIUTATE POVIA, MA A CASA VOSTRA!
sabato 2 - 13h26
di : Lucio Galluzzi
COSCIENZE E VARECHINA
venerdì 1 - 14h57
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini :"applicare l.internazionale, crimine contro umanità"
giovedì 31 - 14h10
di : pugliantagonista

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

Si je diffère de toi, loin de te léser, je t'augmente. Antoine de Saint-Exupéry
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito