clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Il referendum e la ricerca biomedica

giovedì 12 maggio 2005

di Viviana Vivarelli

Questo referendum non riguarda solo le donne ma tutti, perche’ blocca la ricerca medica. Un suo articolo vieta le congelazione degli embrioni in soprannumero.

Cio’ riguarda la donna che si sottopone alla fecondazione assistita, perche’, se il primo embrione va a male, la donna potrebbe prenderne un altro dei suoi senza ricominciare da capo la lunga trafila, essere squassata da pesanti stimolazioni ormonali, farsi fare di nuovo il doloroso prelievo degli ovociti, subire forti danni alla salute che possono durare anni.

Ma cio’ riguarda tutti, perche’ gli embrioni congelati potranno essere usati per la ricerca sulle cellule staminali per malattie come il Parkinson, l’Alzheimer, il diabete, i tumori, aprendo una speranza a milioni di persone. Anche questo e’ rispetto per la vita! Sette milioni di italiani sono a rischio di diabete e entro 20 anni si prevede un aumento del 42% di questa malattia, un milione di persone ha il diabete senza saperlo. Mezzo milione di italiani ha il Parkinson che uccide le loro cellule nervose e di questi 20.000 sono giovani.

Ogni giorno, l’Alzheimer spegne milioni di neuroni in ognuno dei 500.000 malati in Italia e con essi la memoria, il linguaggio, il pensiero. Ogni ora in Italia si ammalano 30 persone di cancro e ne muoiono 18 ...Come si puo’ un cittadino sentirsi la coscienza tranquilla quando impedisce la ricerca di nuove terapie?

Eppure con queesta legge 30.000 embrioni in soprannumero sarebbero buttatiogni anno nel lavandino come inutili resti, mentre potrebbero essere congelati per nuove terapie. Persino in USA dove Bush lancia campagne contro l’aborto, il neocons Schwarzenegger apre la ricerca scientifica sugli embrioni per fini medici. Se si ama la vita, si deve permettere la ricerca di nuove cure. Rita Levi Montalcini afferma che le cellule staminali embrionali sono le migliori per la ricerca, 12 milioni di malati italiani e centinaia di milioni nel mondo aspettano nuove terapie, questa legge calpesta le loro speranze e disprezza le loro sofferenze.

Le cellule staminali embrionali sono capaci di moltiplicarsi e differenziarsi per ricostituire qualsiasi parte del corpo umano, esse possono essere isolate, coltivate in laboratorio e indotte a differenziarsi in cellule specifiche, del cervello, del sangue, del cuore...e si moltiplicheranno ricostituendo la parte malata. Gia’ l’Italia costringe i suoi ricercatori a emigrare, perche’ ora dovrebbe anche ostacolare la biomedicina ? Cio’ sarebbe contro ogni ragione, ogni progresso, ogni amore per la vita. Questa e’ una cosa molto grave, perche’ di queste terapie domani potremmo averne bisogno anche noi.

C’e’ poi il caso dell’uomo che deve essere sottoposto a chemioterapia e vorrebbe congelare il proprio seme. Se guarira’, secondo questa legge non potra’ generare figli. Se pensiamo che ormai il cancro colpisce una persona su tre e quasi sempre e’ curabile, il divieto di congelare il proprio seme e’ un ulteriore e ingiusta penalizzazione. Chi deve affrontare la chemioterapia riceve due danni: il primo e’ quello di non poter essere padre, il secondo e’ il dolore di veder vietata la ricerca per la malattia che lo ha colpito. Quando si parla di amore per la vita si dovrebbe riflettere su cio’ che la nostra scelta comporta per la vita degli altri ed arrivare a una maggiore consapevolezza, perche’ quel che oggi ci sembra astratto domani potrebbe riguardarci personalmente.

Messaggi

  • Aggiungo alcune citazioni:
    Il numero di coppie impossibilitate ad avere bambini in Occidente e’ in continuo aumento, per varie cause. La mancanza di un figlio può indurre sentimenti e reazioni molto forti, fino alla disperazione, alla depressione e alla instabilità della coppia stessa. La sterilita’ puo’ essere maschile o femminile.
    La legge obbliga di impiantare tassativamente 3 embrioni per volta. Ma le gravidanze multiple sono una complicazione sgradevole e pericolosa per la salute della madre e per la salute dei bambini, che muoiono o rimangono perennemente lesi, nel fisico e nella mente.
    Il 40-50% degli ovociti ottenuti con processo di iperovulazione presenta un cariotipo alterato e
    puo’ di conseguenza determinare malformazioni congenite nel nascituro.
    Il prof. Flamigni dice: "L’iperstimolazione ovarica sulla donna, preliminare a qualsiasi operazione di Fiv, e’ una sindrome pericolosa persino per la vita. La funzionalita’ renale diminuisce pericolosamente, si possono determinare trombosi e tromboflebiti ed esiste un rischio di vita nei casi piu’ sfortunati, come c’e’ rischio di tumore, ai genitali o alle mammelle nel lungo periodo".
    E dice ancora: "Donne, siete piu’ importanti voi di un embrione!"
    Questa e’ una legge che neanche Torquemada avrebbe concepito, una grande offesa alla donna sotto tutti i punti di vista. (M.Bellucci)
    “Una legge inaccettabile e immorale” (Rita Levi Montalcini).
    “Una legge vergognosa che ci riporta ai tempi di Galileo Galilei” (Margherita Hack).
    L’emendamento che introduce "i diritti giuridici del concepito" e’ stato voluto dal leghista Alessandro Ce’.
    Viviana

  • Ciao, ma la potenzialità delle cellule staminali degli adulti sono inefficaci o costa troppo renderle efficaci.
    Possiamo noi uccidere consapevolmente gli embrioni vivi (la letteratura mondiale di biologia, e tutto il mondo scientifico riconosce universalmente che gli animali esistono dal concepimento), solo perchè è più facile lavorare con le staminali embrionali piuttosto che con le adulte?
    Non è più facile uccidere tutti i tossicodipendenti che recuperarli, oppure perchè si muovono e parlano diventa uno scandalo? costerebbe meno e si creerebbe Pulizia Sociale