clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

PER GLI INDECISI:::

martedì 7 giugno 2005

di Viviana Vivarelli

E anche per quelli che mescolano capre e cavoli, fecondazione assistita con OGM, biotec e demonizzazione della scienza.. e anche alle false femministe libertarie naturiste.

Caro indeciso prova a pensare che,se non andrai ai seggi, se questo referendum non passera’, sara’ obbligatorio impiantare nell’utero di una donna anche gli embrioni marci e, siccome vogliono togliere la 194 per compiacere Ruini e il Papa, poi quella stessa donna sara’ obbligata a far nascere quel figlio deforme, magari sara’ un bambino con due teste o senza il fegato, o semplicemente affetto da fibrosi cistica, il che vuol dire che affoghera’ nel suo muco intestinale e respiratorio finche’ morira’ prima dei 5 anni, certo la sua vita sara’ orrenda, praticamente un’agonia senza fine e orrendo sara’ il destino della sua famiglia che sara’ segnata per sempre. E non credo che questa eventualita’ rendera’ la legge 40 molto attraente. Ma naturalmente tutto questo sara’ fatto gridando gioiosamente : "Viva la Vita!" perche’ e’ il principio astratto che conta, no la qualita’ della vita. O no?

Qualcuno dice che la sterilita’ non e’ una malattia. Strano perche’ e’ proprio definita una malattia. La malattia e’ il contrario della salute. La salute e’ avere tutte le funzioni efficienti, respiratoria, circolatoria, cardiaca, digestiva, sensoriale e anche sessuale, e, quando questo non avviene, un essere umano ha diritto a essere curato, anche per l’impotenza che e’ anch’essa una malattia. A me pare che ognuno abbia diritto alla salute, e abbia diritto anche a procreare come ad avere erezioni regolari o funzioni che funzionano, dunque anche la sterilita’ e l’impotenza rientrano nelle limitazioni di una persona per cui si devono cercare rimedi.
Io credo che la salute sia un grande valore e che sia anche un forte diritto. E penso che chi si batte per questo diritto rispetti la vita piu’ di chi si astiene o lascia chi soffre nella sua sofferenza, parlando di principi astratti. Quante pessime cose concrete si sono fatte in nome di bei principi astratti!

In quanto a questa confusione tra fecondazione assistita, OGM, clonazione, eugenetica e biotec, che gira su internet, penso a volte che sia diffusa proprio da quelli che si astengono,... tutte queste false lettere di pseudo-femministe, questi falsi appelli dal pseudo no global, questa false citazioni di Vandana Shiva, tutto questo mi puzza di interferenza malsana e in malafede.

A volte mi pare che si stiano confondendo cose diverse. Qui stiamo discutendo di qualcosa che e’ un dono, come quando hai una emorragia grave e ti danno il sangue.
L’OGM che c’entra? Un OGM e’ un organismo in cui sono stati mescolati i geni di due specie diverse, per es. pesce e fragola, ottenendo un pesce-fragola. Mangiare questo cibo potrebbe produrre contaminazione nei nostri organi. Ma qui non si parla di OGM, non abbiamo una contaminazione innaturale tra specie diverse, abbiamo una donazione da uomo a uomo. Come avviene nei trapianti o nelle trasfusioni, una cosa che migliora e corregge la natura non che le si oppone.
Come si crede che sopravvivano gli emofiliaci? È una malattia genetica rara, che riguarda 400 mila persone al mondo, di cui 5 mila in Italia, ed è causata dalla mancanza o dalla carenza nel sangue di una proteina particolare, fondamentale nel processo di coagulazione. Chi è colpito dalla malattia soffre di ripetute emorragie interne...

In Italia vengono usate per trasfusioni 2.300.000 unità di sangue intero e 1.077.000 litri di plasma. Qualcuno intende mettere a morte tutte le persone che ne hanno bisogno equiparando una trasfusione a un OGM? O parlando di pratiche innaturali? Se torniamo alla natura, dobbiamo rifiutare qualunque medicina o mangiare alcune erbe come fanno i gatti. Dobbiamo rifiutare le operazioni chirurgiche, le medicine, le trasfusioni, i trapianti e ogni forma di medicinale allopatico...

Circa 10.000 italiani sono in lista d’attesa di un trapianto. 7.000 quelli che attendono un rene, quasi 1000 quelli che sono in attesa di un fegato.700 di un cuore e 200 di un polmone Li vogliamo condannare a morte perche’ i trapianti non sono un metodo naturale?

Ho un nipote, e’ nato con un gravissimo problema cardiaco. Non sarebbe vissuto. Al tempo di Barnard i suoi riuscirono grazie a una colletta a portarlo in America, dove gli fu trapiantato un cuore nuovo. Ora ha 34 anni, e’ ingegnere, ha una moglie e una bambina, e’ una persona normale e felice, siamo tutti fieri di lui.

Ho un caro amico, dieci anni fa il suo fegato era cosi’ malridotto che non aveva piu’ speranze di vita. Gli e’ stato trapiantato un fegato nuovo. Ora e’ sano e forte e si e’ dedicato alla causa dei trapianti, diventando presidente dell’associazione per i trapianti dell’Emilia-Romagna.

La sterilita’ e’ una malattia. Le malattie genetiche sono malattie. Le malattie devono essere curate.
Chi e’ sterile ha diritto che la scienza lo aiuti a superare la sua difficolta’.

Ho un’amica che ha il marito sterile, ha acconsentito a che la moglie accettasse un seme donato, ora ha due meravigliosi bambini, un maschio e una femmina, hanno dieci anni, sono intelligenti, vivaci, stupendi. Quando hanno compiuto dieci anni lei ha detto loro che i semi da cui erano nati non erano del papa’, hanno preso la cosa benissimo, non se ne sono nemmeno turbati, quello e’ e resta il loro papa’ perche’ gli vogliono bene.

Ho un’allieva marocchina, e’ una ragazza dolce e bella, ma non ha figli, ha una vera depressione per questa mancanza, piange continuamente. Le sorelle, le cognate le esibiscono continuamente i loro figli. Avere figli e’ per questa famiglia islamica un compito fondamentale delle donne. Lei si sente menomata e soffre. Io non so come attenuare la sua sofferenza, non riesco a convincerla a vivere, la sua frustrazione e’ troppo grande. Il marito l’ama ma secondo la sua religione e secondo la tradizione questa non e’ una buona moglie. Lei mi parla sempre della fecondazione assistita come di un sogno bellissimo, ma non ha abbastanza soldi. E ora avere l’impianto di un’ovocita sara’ per lei piu’ duro e difficile, e questo per l’ordine di un papa che non e’ nemmeno il capo della sua religione.

Ci sono donne che sono realizzate anche senza la maternita’, ma non siamo tutti uguali, ci sono famiglie che invece sono straziate dalla mancanza di un figlio, e vivono come una colpa o una mancanza, ma non vogliono o non possono fare una adozione e si deve avere compassione del loro strazio.
Il dolore della donna senza figli lo si deve provare per capirlo, e’ una deprivazione del corpo e dell’anima che parte da un istinto biologico fondamentale, che ti pervade dal profondo delle tue cellule, nulla che passi dal cervello, e’ qualcosa che grida nella carne, un urlo primitivo che e’ lo stesso che ingravida la gattina sterile di una gravidanza isterica, forse per un uomo e’ una cosa difficile da capire e per un prete ancora di piu’, non c’e’ nulla di simile nel loro organismo che ne permetta la comprensione, e proprio per questo suo carattere cosi’ carnale, personale, non tutte si sentono di rinunciare o di affrontare i passi difficili e estranei di una adozione, che e’ un’altra cosa. Lo si deve capire che e’ un’altra cosa. Chi vuole un figlio lo vuole da se’ stessa, e se uno gli parla di adozione risulta spesso offensivo come se contrastasse un diritto inalienabile.
Ma del resto di chi e’ la colpa di aver reso in Italia le adozioni cosi’ difficili? Perche’ se si ama tanto la vita, non si e’ provveduto a facilitare le adozioni e a renderle possibili a una gamma piu’ vasta di genitori potenziali?

La sterilita’ e’ una malattia, se esiste una medicina che cura questa malattia con una donazione di seme o di uovo, e’come un miracolo. L’unica cosa a cui posso paragonarlo e’ un trapianto che ti salva la vita. Avete idea di quanta riconoscenza e gratitudine e amore prova il trapiantato verso chi gli ha fatto quel dono? Un essere umano aiuta un altro, come lo aiuterebbe con un rene, con un occhio, col suo sangue. Io trovo questo bellissimo!

E poi c’e’ la confusione col biotec. La demonizzazione degli scienziati e dei medici e’ fin troppo scontata. Gli abusi vanno limitati, ma non saremmo sei miliardi se non ci fossero le cure mediche. Che ci sia un business alto attorno al biotec e’ innegabile, ma si stanno aprendo nuovi orizzonti alla medicina e io non voglio vivere nell’unico paese al mondo dove una chiesa retriva ha detto No alla scienza per difendere dei principi astratti in cui ha posto la sua egemonia.
I ricercatori sono oggi in grado di "programmare" i batteri perché producano vari tipi di farmaci, inserendovi geni di altri organismi che codificano per la sintesi di particolari sostanze. L’insulina umana, per il diabete, è prodotta da batteri in cui, per mezzo delle tecniche dell’ingegneria genetica, è stato introdotto il gene che codifica per tale ormone
Quando prendiamo correttivi ormonali usiamo un prodotto biotec. La penicillina e’ biotec, la streptomicina che cura la tubercolosi anche. Per la cura per i malati celiaci si usera’ biotec. Altri farmaci prodotti da microrganismi alterati geneticamente comprendono l’interferone, utilizzato nel trattamento dell’epatite B e di certe forme di cancro, e l’eritropoietina, somministrata ai pazienti affetti da insufficienza renale, al fine di sostituire i globuli rossi persi durante trattamenti di dialisi. Un qualunque vaccino e’ biotec, pensiamo solo alla poliomelite.
Vogliamo eliminare i vaccini? Credete che se venisse trovato un vaccino per l’AIDS dovremmo respingerlo in nome di una terapia solo naturale? Perche’ e’ biotec?
Io sono contro gli alimenti OGM ma la biotecnologia offre la speranza che si possa intervenire sul patrimonio genetico umano per ovviare ad almeno alcune delle patologie che derivano da difetti genetici, ed e’ una grande speranza. Dovremmo rifiutarla? Si sta cercando una soluzione di tipo biotecnologico alla fibrosi cistica, modificando alcuni virus, e inserendovi il gene che codifica una proteina umana, presente nei polmoni negli individui sani e mancante in quelli malati.
Provate ad andare a un Cottolengo per vedere cosa accade quando una vita nasce malformata, quali mostruosi e indisibili errori possono essere prodotti dalla vita al naturale. E non dovremmo intervenire per migliorare questa vita menomata? Io credo di si’.
Certo che tutto questo fa nascere problemi etici e questi vanno regolati dalla legge, ma da una buona legge, non da una legge come la legge 40, che gli stessi legislatori hanno detto essere pessima e per cui Berlusconi non ha voluto nemmeno uno dei 330 emendamenti richiesti, facendola votare blindata. 330 emendamenti! Molti dei quali degli stessi membri della Cdl. Nemmeno una discussione parlamentare per volonta’ suprema di un uomo solo! Intollerabile! E astenendoci, noi diremmo di si’ anche a questo. Anche questo modo di fare politica e’ una mostruosita’ e anche a questo dovremmo opporci.

Qui siamo nel campo della donazione. La donazione e’ un bene. E’ giusto che ci sia una legge. Tutti i paesi civili ne hanno, ma questa e’ la legge peggiore che sia stata fatta tra tutti i paesi che si sono occupati di questo tema e la chiesa chiede che sia confermata! Il referendum non sanera’ la legge che andrebbe buttata interamente, ma eliminera’ i 4 punti peggiori che dovranno in seguito essere regolamentati in modo piu’ civile.
Se non adremo a votare, la destra proseguira’ la sua opera di distruzione dei diritti, eliminera’ la legge 194, vietera’ la spirale, il preservativo, la pillola,e ogni metodo di contraccezione, poi passera’ al divorzio, perche’ questo chiede espressamente il Papa, e alla condanna degli omosessuali. Il piano di regolamentazione sessuale richiesto e’ ampio e siamo solo al primo punto, se perdiamo questo arriveranno tutti gli altri.
Si pensi che la pillola e’ una vera medicina, usata da molte adolescenti, non per comportamenti sessuali disinibiti, ma per ovviare medicalmente a disfunzioni ormonali che altrimenti le farebbero sembrare degli yeti, con problemi patologici e psicologici imponenti o le costringerebbero a dismenorre dissanguanti.
Nessuna persona che abbia rispetto per le donne accetterebbe mai che la legge 40 restasse intatta al suo posto ed aprisse la strada a tutte quelle pratiche che renderanno di nuovo il corpo delle donne schiavo di un costume religioso arcaico, finalizzato solo alla procreazione e secondo modi voluti da un capo religioso, contro ogni principio di precauzione, di salute e di buon senso.
Non dimentichiamo che nelle condanne della Chiesa c’e’ anche quella dell’omosessualita’. Ad Augusta in Sicilia, pochi giorni, fa un giovane commerciante di 23 anni ha avuto il ritiro della patente perche’ e’ risultato che era stato esonerato dal servizio militare in quanto omosessuale.
Io sono cristiana e credo nel Vangelo ma rifiuto l’obbedienza cieca e cio’ che la mia coscienza non riconosce come giusto. Io credo nel Vangelo, non credo in Ruini e dubito di Ratzinger. Se permettete c’e’ qualche differenza. La Chiesa ha sbagliato con Galileo, ha sbagliato con l’inquisizione, ha sbagliato con le Crociate, ha sbagliato con le missioni distruttive di culture, ha sbagliato con la caccia alle streghe, con la lotta elle eresie, con la condanna delle altre religioni, con l’appoggio al nazismo, l’attacco agli ebrei, la lotta contro la teologia della Liberazione, il Banco Ambrosiano, l’emarginazione dei suoi figli migliori.
La Chiesa e’ un organismo storico, formato da uomini fallibili, che possono usare il loro carisma e il loro potere in modo sbagliato. Io non credo che quello che si sta facendo oggi sia un atto evangelico, o un atto a difesa della vita o a difesa delle donne, la mia coscienza mi dice diversamente. E la mia coscienza mi dice di andare a votare.