clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Per Cyril : reportage foto e video

martedì 21 marzo 2006

Traduzione dal francese di Riccardo Venturi

I celerini hanno dunque mandato in coma un sindacalista, un
postelegrafonico, un padre di famiglia. Non c’è molto altro da
aggiungere. Due possibilità.

La prima. L’emozione per questo avvenimento è scarsa sia presso i media, sia presso coloro che si mobilitano nelle strade e nei templi del sapere occupati. L’emozione svanirà, e questo evento diverrà l’ennesimo episodio da classificare negli archivi del dimenticatoio delle lotte abortite.

In questo caso, ragazzi, tornate a casa e smettetela di agitarvi gridando "Viva la rivoluzione" quando è piacevole...

Altra possibilità. La polizia francese ha mandato in coma uno che
contestava. Questo si chiama fascismo applicato, né più né meno, e cadono le maschere (come se ancora occorressero prove supplementari).

Fascismo e null’altro. L’emozione dovrebbe quindi trasformarsi in
resistenza, in mobilitazione, in collera ancor più terribilmente forte, suscitate da una lucida indignazione che esige una solidarietà reale.

Con questa certezza: un governo che cerca di assassinare non ha NESSUNA legittimità. Quindi, finalmente, DIFFONDERE le parole d’ordine della lotta: contro tutte le esclusioni, per la solidarietà con gli immigrati clandestini, per l’incontro con le banlieues, coi lavoratori precari, coi disoccupati, coi senza dimora fissa...finché il vostro governo non si dimetta. Allora la lotta e i colloqui potranno iniziare.

Non resta che augurarsi che Cyril si risvegli indenne dal coma, nessuno ha bisogno di altri martiri. Ci resta da esprimere la sua solidarietà alla famiglia e ai colleghi, e di far loro coraggio.

Video 1 qui

Video 2 qui

Video 3 qui

Video 4 qui

Messaggi

  • fascismo e niente altro, quello che preoccupa è vedere le stesse scene in qualsiasi parte d’Europa, sono sempre gli stessi.
    Esprimere solidarietà può servire, ma non basta.

  • Marsiglia, 12:26 23.3.06

    FRANCIA: MARSIGLIA, DISORDINI DURANTE MARCIA CONTRO CPE

    Disordini sono scoppiati oggi a Marsiglia durante una marcia di protesta contro il contestatissimo Cpe, la legge sul primo impiego voluta dal premier francese Dominique de Villepin. Agenti di polizia in assetto anti-sommossa si sono scontrati con i manifestanti nel tentativo di costringerli a disperdersi: i poliziotti hanno fatto ricorso a manganelli e gas lacrimogeni, mentre gruppi di giovani hanno scagliato al loro indirizzo pietre e bottiglie. Al corteo stavano prendendo parte circa cinquemila persone.

    www.repubblica.it

    • Scontri anche nella banlieue parigina

      by racaille

      Francia: scontri giovani polizia

      E’ accaduto a Savigny-sur-Orge, a sud di Parigi , la banlieue dove scopiio’ la rivolta di novembre

      (ANSA) - PARIGI, 23 MAR - Sono avvenuti scontri tra polizia e un centinaio di giovani a Savigny-sur-Orge,nel dipartimento dell’Essonne,banlieue sud di Parigi.

      Un gruppo di giovani ha lanciato dei sassi contro le vetture di polizia nel centro della citta’, dove si trovano due licei.

      La polizia ha risposto con i lacrimogeni, i giovani si sono allora divisi in due gruppi per cercare di accerchiare le forze dell’ordine.

      La situazione resta tesa, mentre disordini sono scoppiati anche nelle citta’ di Ulis e Athis-Mons.