Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
de Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito - per rispondere...
Troppe menzogne per non avere sospetto

di : viviana vivarelli
mercoledì 8 settembre 2004 - 08h40

Di Viviana Vivarelli

In guerra tutto e’ permesso e purtroppo ogni delitto per quanto atroce e orrendo e’ possibile. E anche alla menzogna non c’e’ mai limite. Ricordiamo Hitler che, per attaccare la Polonia, insceno’ la turpe sceneggiata dell’attacco polacco a soldati tedeschi, vestendo dei cadaveri di polacchi con divise tedesche e mettendoli presso il confine. In guerra questi comportamenti di manipolazione della verita’ sono la norma e mi sembra che l’Occidente e in particolare gli USA stiano cadendo nello stesso fanatismo cieco e folle che prese i cittadini tedeschi sotto il nazismo.

Fermo restando il gigantesco orrore prodotto dall’eccidio nella scuola dell’Ossezia, ricordo che i Ceceni spesso hanno dichiarato che presunti attentati non dipendevano da loro ma erano da attribuirsi ai servizi segreti russi. In passato queste tattiche di destabilizzazione sono state messe in pratica piu’ volte dai servizi americani; gia’ a partire da Einsenhower si comincio’ ad applicare a man bassa il ’roll back’, operazioni di destabilizzazione dirette dalla CIA per gettare fango su governi o gruppi, come gia’ fece Kennedy con la baia dei Porci, addestrando esuli cubani a un falso attacco; il direttore della CIA William Colby, nel caso del Cile di Allende parlo’ di ’veri esperimenti di laboratorio per squalificare o rovesciare un governo’. L’interferenza nella vita politica cilena fu definita dalla stessa CIA ’sfacciata e quasi oscena’. Quello che si spaccia per diffusione della democrazia nasconde ben altri orrori.

Anche nelle peggiori pagine della storia italiana del secondo dopoguerra, per contrastare l’avanzata della sinistra, la peggiore destra italiana si e’ accordata con i servizi segreti americani per realizzare attentati attribuibili alla parte avversa (si veda l’infiltrazione di Gladio nella politica italiana, una struttura paramilitare formata con membri dell’esercito e politici per sovvertire lo stato italiano). La politica di Berlusconi basata sulla lotta ai ’rossi’ e’ figlia di queste manovre e spiega perfettamente la sua adesione a francobollo alla politica di Bush. La strategia della tensione, con tutte le sue oscurita’ e i suoi misteri mai violati, ci e’ ben nota. E i devastatori infiltrati del G8 sono troppo freschi nella nostra memoria.

Figuriamoci se qualcuno avrebbe scrupoli ad usare perversioni peggiori contro la lotta armata di un popolo e soprattutto in un momento cruciale per l’America come questo, in cui l’emotivita’ personale e’ acutissima e basta l’attentato della scuola dell’Ossezia per far salire di 11 punti il gradimento di Bush. Ormai qui ci si sta giocando tutto. Gli interessi di parte sono talmente alti che non vedo perche’ qualcuno dovrebbe farsi degli scrupoli o avere in amore la verita’. La manipolazione violenta della verita’ e’ la principale arma della guerra che si sta combattendo. Per questo Puntin licenzia chi racconta i fatto come stanno.

Anche in Italia nei cosiddetti anni di piombo la politica della destabilizzazione del paese faceva capo a precisi piani della CIA per creare panico e orrore nel paese (c’era una strategia molto dettagliata su questo, che non era molto diversa dal piano di Gelli per prendere il potere) con attentati costruiti appositamente per depistare (la stessa Piazza Fontana come piu’ tardi l’Italicus o la strage della stazione di Bologna hanno sospetti collegamenti con la CIA) per far apparire spesso gli attentati come un progetto eversivo della sinistra.

Il modo stesso con cui i media italiani ci stanno rivendendo l’orrore di di Beslam e’ veramente vergognoso, si insiste che e’ un attentato di fanatici religiosi, quando gli stessi giornalisti della Pravda che hanno vissuto in Cecenia e hanno conosciuto i potenziali kamikaze e parlano di persone distrutte, non sono mosse da fanatismo religioso, ma che nei dieci anni di eccidi russi della Cecenia hanno perso tutti i loro congiunti e sono arrivati a uno stato di fredda disperazione in cui offrire la vita e’ solo l’ultimo atto di una esistenza ormai finita, continuiamo a leggere che tra i terroristi c’erano dieci arabi quando non e’ vero, ed e’ solo la volonta’ del nostro governo che fin dall’inizio ha deciso di alzare nel mondo la guerra delle religioni e lo scontro della civilta’ per dimostrare la superiorita’ della razza occidentale e la prevaricazione che le spetta per diritto su tutti gli altri popoli.

Ormai non c’e’ articolo di giornale per quanto piccolo che non mostri uno sfacciato desiderio di manipolazione perversa della verita’. Tutto deve essere venduto nella forma che a qualcuno fa comodo. Se l’Europa avesse avuto amore per la verita’, ci avrebbe parlato prima (e non lo fa nemmeno ora) della tragedia delle repubbliche separatiste come la Cecenia, di cui invece l’organismo europeo si e’ totalmente disinteressato come se questo genocidio non avennisse in Europa ma su Marte, mentre si continuavano a fare ponti d’oro a un uomo freddo e feroce come Putin, il caro amico di Berlusconi, un tempo c’erano gli amici di idee, ora ci sono quelli di petrolio. Lo stesso bin Laden fara’ parte dei finanziatori di Bush o no ma ha indubitabili legami con la CIA e Moore ha sollevato il tappeto su qualche immondizia americana ma nemmeno quella peggiore. Se i media avessero a cuore la verita’ ci avrebbero raccontato a suo tempo cosa accadeva in Affganistan tra talebani e americani, invece di scassarci col burka e le barbe tagliate.

Io non pretendo di sapere come stiano le cose, non ho nemmeno speranza che ai cittadini arrivi qualche brandello di verita’, sono anzi sicura che prendere posizione citando la stampa o la televisione ci porta solo nell’abisso della non conoscenza ma prendo atto di una spirale terrificante che non puo’ portare che orrori peggiori. Per cui a gran voce chiedo che quelli stessi che hanno dato inizio alla serie delle 61 guerre di ’invasione preventiva’, con la scusa di vendicare l’attacco alle Torri, su cui del resto non si e’ ha avuta nessuna chiarezza, si ritirino da cio’ che hanno dolosamente cominciato. Assistiamo alla piu’ grande messa in opera di menzogne di tutta la storia, le cause della guerra, i resoconti di essa, il modo stesso con cui Bush ha preso il potere e ora se lo tiene, abbiamo la messa in atto di una gigantesca spettacolarizzazione costruita per manipolare le nostre coscienze. E Putin mostra con quanto cinismo la verita’ sia rovesciata e come coloro che tentano di mostrarla siano stroncati duramente, 20 ostaggi quando erano 1200, 7 morti quando erano piu’ di 600.

Trattative quando c’erano carri armati al posto di autoambulanze. Ormai le menzogne sono diventate troppe. La falsificazione della verita’ del resto era stata pesantissima anche nella prima guerra del Golfo, dove Bush padre vendeva le armi a quelli stessi che diceva di combattere e aveva armato fino a un momento prima il suo occasionale nemico. No, la mistificazione e’ diventata troppa. Non possiamo piu’ credere a chi ci ha imbrogliati finora e, non potendo noi distinguere la verita’ dalla manipolazione, possiamo solo astenerci da ogni giudizio e valutare solo il carnaio che ne consegue. Io non posso dire nulla alla follia americana, che in ambo i partiti, sembra intenzionata a distruggere il mondo per difendere uno stile di vita che ormai fa acqua da tutte le parti e non sarebbe consigliabile nemmeno alla Zambia, ma piu’ ancora non posso usare il tricolore per difendere una classe di magnati che vuole giocare in modo sporco sul sangue del mondo, posso pero’ dire ai nostri governanti che dipendono dal nostro voto: noi in questo carnaio non ci vogliamo stare!

Lettera ricevuta sull blog it.cultura.antagonista a proposito dei dubbi sugli ultimi rapimenti in quanto tornano troppo comodi alla causa neocons Sentivo un giornalista di al jazeera esprimere perplessità piu’ o meno simili riguardo le modalità dei rapimenti. Possibile che questi terroristi, oltre che sanguinari, siano anche cosi’ coglioni da scegliere proprio la gente piu’ vicina al popolo irakeno? Che finalità puo’ avere il rapimento di pacifisti e volontarie? E che strano, tutto questo accade quando Bush ne ha bisogno per lo sprint finale contro i democratici (mai cosi’ zitti come ora, cmq).

Aggiungi che i rapitori si presentano con divise da poliziotti irakeni e in qualche xaso da soldati americani... In realtà il terrorismo, oltre che odioso, è 90 volte su cento perdente. E non è un mistero che i servizi segreti amino infiltrare i gruppi rivoluzionari, per controllarli o per farli agire secondo scopi programmati dall’alto. Qualcuno racconta una storia simile per le BR, qualcun altro nota che alcuni capi dell’intifada, poi capi di Hamas, furono rilasciati dalle galere iraeliane o lasciati agire indisturbati col preciso scopo di favorire l’ascesa di un’organizzazione radicale che togliesse spazio all’ala palestinese piu’ moderata, consentisse ai governi israeliani di attaccare Arafat dipingendolo come legato ai terroristi e contando che dopo qualche anno non avrebbe avuto piu’ di fronte un interlocutore credibile e riconosciuto in tutto il mondo, ma organizzazioni terroristiche cu nessuno era disposto a concedere ascolto. Cio’ solo per ricordare che molto spesso gli scopi del terrorismo e del potere che dice di combattere son meno lontani di quanto si possa pensare.

Father Mc Kenzie



Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo





Corruzione e schiavitù moderna : il controverso leader del Qatar in visita in Italia
lunedì 19 - 12h52
di : Valentina Ricci
In rete il numero di maggio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
lunedì 21 - 12h19
di : Franco Cilenti
Primo maggio 1925, la Napoli proletaria non si piega ai fascisti.
mercoledì 2 - 21h25
di : Antonio Camuso
Desperados!
domenica 29 - 08h20
di : Antonio Camuso
IN RETE IL NUMERO DI MARZO DEL PERIODICO "LAVORO E SALUTE"
martedì 27 - 13h59
di : franco cilenti
L’Italia della Terra dei Fuochi e l’Abruzzo
giovedì 8 - 08h07
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
Ma ora si diserti senza se e senza ma il branco dei benpensanti
giovedì 8 - 08h06
di : Alessio Di Florio
Nella Mia Ora di LIBERTA (video)
mercoledì 7 - 00h23
di : Fabrizio De André via FR
Citto Maselli e il suo appello al mondo della cultura – oltre 400 adesioni per P
venerdì 2 - 12h20
di : Franco Cilenti
Abbiamo aspettato troppo… Ora ci candidiamo noi!
mercoledì 28 - 19h10
di : Potere al popolo via RF
COLPO DI SCENA: POTERE AL POPOLO! E’ ANCHE UN LIBRO
mercoledì 28 - 19h05
di : Roberto Ferrario
Il documento approvato all’unanimità dalla Direzione Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
martedì 27 - 15h04
di : Franco Cilenti
Milano, 23 Febbraio 1986, l’omicidio di Luca Rossi
venerdì 23 - 14h05
di : Roberto Ferrario
Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive
giovedì 22 - 15h39
di : Sciltian Gastaldi via FR
In rete il numero di febbraio del Notiziario nazionale Dire, Fare Rifondazione
giovedì 15 - 10h41
di : Franco Cilenti
OMERTA’
domenica 11 - 12h51
di : FanculoaTuttiVoidiHyperion
propaganda razzista che si lega con omertà e connivenze con mafie e non solo ...
venerdì 9 - 14h36
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
TERRORISMO BIANCO NAZIFASCIO LEGHISTA E MANDANTI
domenica 4 - 19h05
di : Lucio Galluzzi
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 - 14h54
di : Luca Visentini via FR
In rete il numero di gennaio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 30 - 12h37
di : Franco Cilenti
FACEBOOK ITALIA: PERCHE’ PER ME E’ UN DOVERE POLITICO ABBANDONARE IL "SOCIAL"
domenica 14 - 12h00
di : Lucio Galluzzi
I 59 anni della Rivoluzione cubana
martedì 2 - 13h57
di : Lucio Garofalo
REPUBBLICHETTA
martedì 19 - 19h02
di : Lucio Galluzzi
Col suo marchio speciale di speciale disperazione
domenica 26 - 16h59
di : Alessio Di Florio
In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 21 - 10h55
di : Franco Cilenti
È online il nuovo numero del periodico nazionale "dire, fare Rifondazione"
martedì 7 - 11h13
di : Franco Cilenti
Cesare Battisti. Vedrete che finirà con la solita truffa!
venerdì 6 - 14h57
di : Paolo Persichetti
Polizia spagnola spara proiettili di gomma dura contro i manifestanti (Video)
lunedì 2 - 17h49
Catalogna dice sì a indipendenza, 840 feriti in cariche ai seggi (video)
lunedì 2 - 10h23
In rete il numero di settembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 26 - 08h35
di : Franco Cilenti
MOVIMENTO MARCHESE DEL GRILLO
sabato 23 - 14h39
di : Lucio Galluzzi
Honteux
martedì 19 - 23h36
di : Mario
La pace colombiana benedetta da Francesco sporca del sangue yemenita
lunedì 11 - 23h52
di : pugliantagonista
Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle cosc
lunedì 11 - 11h26
di : Alessio Di Florio
MAL’ARIA NERA
giovedì 7 - 21h25
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini:la conferma, fu stupro etnico
mercoledì 6 - 16h14
di : pugliantagonista
Stupro di Rimini: i molti quesiti irrisolti
lunedì 4 - 22h07
di : pugliantagonista
LETTERA APERTA A FILIPPO FACCI: AIUTATE POVIA, MA A CASA VOSTRA!
sabato 2 - 13h26
di : Lucio Galluzzi
COSCIENZE E VARECHINA
venerdì 1 - 14h57
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini :"applicare l.internazionale, crimine contro umanità"
giovedì 31 - 14h10
di : pugliantagonista

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

C'est par nos pensées, nos paroles et nos actions, individuellement et collectivement, que nous façonnons nos lendemains. Sagesse Tsagali
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito